Forum Bonsai
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.
Traduttore Google
Contatto forum
A causa dei tanti messaggi privati in arrivo, ho messo un limite per scrivere MP all'amministratore, quindi prima di poter scrivere messaggi all'amministratore ed i suoi componenti bisogna aver fatto almeno 10 post Per urgenze particolari, per reclami o solo per suggerimenti gli utenti che non hanno i requisiti, possono scrivere a questo indirizzo: giancarlo.carlini@alice.it
Cerca
 
 

Risultati per:
 


Rechercher Ricerca avanzata

La luna oggi
CURRENT MOON
Ospiti Italiani ed esteri che hanno Visitato il Forum
PINO MUGO (Pinus Mugo) Labels=0
Sondaggio

Come avete scoperto il forum?

PINO MUGO (Pinus Mugo) Vote_lcap10%PINO MUGO (Pinus Mugo) Vote_rcap 10% [ 36 ]
PINO MUGO (Pinus Mugo) Vote_lcap61%PINO MUGO (Pinus Mugo) Vote_rcap 61% [ 210 ]
PINO MUGO (Pinus Mugo) Vote_lcap1%PINO MUGO (Pinus Mugo) Vote_rcap 1% [ 4 ]
PINO MUGO (Pinus Mugo) Vote_lcap15%PINO MUGO (Pinus Mugo) Vote_rcap 15% [ 52 ]
PINO MUGO (Pinus Mugo) Vote_lcap2%PINO MUGO (Pinus Mugo) Vote_rcap 2% [ 7 ]
PINO MUGO (Pinus Mugo) Vote_lcap11%PINO MUGO (Pinus Mugo) Vote_rcap 11% [ 38 ]

Voti totali : 347

Ultimi argomenti attivi
» Consiglio legatura Picea
PINO MUGO (Pinus Mugo) EmptySab 28 Gen 2023, 17:55 Da serpico67

» Bonsai di mirto malato?
PINO MUGO (Pinus Mugo) EmptyLun 16 Gen 2023, 06:56 Da kordonbleu

» un acero campestre salvato
PINO MUGO (Pinus Mugo) EmptySab 07 Gen 2023, 15:58 Da kordonbleu

» BUON 2023!!!
PINO MUGO (Pinus Mugo) EmptyMer 04 Gen 2023, 10:05 Da kordonbleu

» Consigli impostazione due olivastri
PINO MUGO (Pinus Mugo) EmptyGio 29 Dic 2022, 11:12 Da kordonbleu

» Consigli per raccolta quercia
PINO MUGO (Pinus Mugo) EmptyMer 28 Dic 2022, 09:06 Da kordonbleu

» Frassino lavori e margotta da svolgere ?
PINO MUGO (Pinus Mugo) EmptyMer 28 Dic 2022, 08:25 Da Armando Dal Col

» Anteprima del documentario intervista, più Bonsai 4 stagioni
PINO MUGO (Pinus Mugo) EmptyMar 27 Dic 2022, 16:12 Da Armando Dal Col

» regalo olea europea
PINO MUGO (Pinus Mugo) EmptyMar 27 Dic 2022, 15:11 Da quaglia965

I postatori più attivi del mese
Nessun utente

Febbraio 2023
LunMarMerGioVenSabDom
  12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728     

Calendario Calendario

Segui Giancarlo su Facebook

PINO MUGO (Pinus Mugo)

Andare in basso

PINO MUGO (Pinus Mugo) Empty PINO MUGO (Pinus Mugo)

Messaggio  danielo55 Mer 22 Mag 2013, 14:36

PINO MUGO (Pinus Mugo)
Il Pino mugo o più semplicemente Mugo è una pianta cespugliosa dal portamento molto variabile: da cespuglio prostrato fino ad albero di piccola misura,forme dovute in gran parte alle condizioni ambientali e alla specie, fa parte della famiglia delle Pinaceae, è possibile trovarlo dai Pirenei fino ai Carpazi e parzialmente sugli Appennini a quote comprese fra i 1500 e 2700 metri. Ama il freddo e la luce, cresce sui ghiaioni d’alta quota oltre il limite della vegetazione arborea formata dai Pini Silvestri e Larici. Di scarso interesse commerciale è però molto utilizzato per un’olio essenziale che si estrae dai rametti verdi non ancora lignificati e per la produzione di liquori come la grappa. La crescita sui terreni sassosi impedisce lo svilupparsi di frane in pendii scoscesi e valanghe durante il periodo invernale e lo sviluppo prostrato e particolare dei suoi rami serve per non far resistenza ai forti venti d’alta quota,la scarsità di nutrienti del terreno unita alle avversità atmosferiche come le forti nevicate,il vento, gli eventi franosi fanno sì che questa specie assuma con il tempo(può vivere anche 3/400 anni) un’ aspetto sofferto e contorto che lo fanno apprezzare particolarmente ai bonsaisti più esperti e famosi data anche la sua ruvidità nella coltivazione.

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

ESPOSIZIONE
Ama la luce e l’aria,quindi sarà opportuno posizionare la pianta in luogo luminoso e arieggiato durante tutto l’arco della giornata. Durante la stagione estiva sarà opportuno riparare il vaso per non surriscaldare il sub-strato e la pianta potrà essere sistemata a mezz’ombra

SUBSTRATO
Vive molto bene nei terreni calcarei e detritici ma consolidati e quindi il sub-strato dovrà essere drenante e composto da pomice 40%,ghiaino spaccato 10%, akadama 20%, kirju 10% e buon terriccio universale il restante 20%

RINVASO
Come tutte le conifere i periodi di rinvaso saranno molto lunghi, partendo dai 2- 3 anni inizialmente arrivando anche ai 5-6 anni in piante mature.

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

ANNAFFIATURA
L’acqua dovrà essere sempre data in modo calibrato,senza esagerare e lasciando asciugare il sub strato, una speciale accortezza sarà quella di nebulizzare, alle prime ore del mattino e alla sera, durante i mesi caldi la chioma con un getto di acqua vaporizzata che in mancanza di una lancia potrà essere effettuata con uno spruzzino

CONCIMAZIONE
Si potranno usare, nei mesi idonei,dei concimi fogliari data la capacità delle conifere di assorbire i nutrienti anche attraverso gli aghi, ma in fase di coltivazione si potranno usare,sempre con discrezione, i concimi impiegati normalmente per gli altri bonsai.

POTATURA-PINZATURA-FILATURA
Potatura e pinzatura dei germogli avverranno come per le altre conifere,quando la candela si sarà quasi aperta e si saranno formati gli aghi si dovrà spezzare a seconda della posizione in cui si troverà e cioè lasciando un moncone più corto sulle gemme anteriori,più forti e più in alto sulla pianta e più lungo oppure intero sulle candele più interne e più deboli, il tutto per equilibrare la crescita,alla fine di giugno la nuova crescita sarà eliminata totalmente alla base e quando in agosto si saranno formate le nuove gemme sul taglio si farà una selezione di queste secondo il criterio della pinzatura e secondo la posizione in cui si troveranno e che servirà al disegno del Bonsai,in settembre si potranno tagliare gli aghi vecchi lasciando solo tre - quattro di aghi alla base delle nuove gemme,la filatura si effettuerà esclusivamente durante la stagione fredda pena la perdita parziale o totale del ramo se effettuata durante la stagione vegetativa.

CURE PARTICOLARI
Oltre alla nebulizzazione quotidiana della chioma, una cura particolare più che alla pianta va data agli attrezzi per curarla, disinfettandoli bene dopo aver operato su altre essenze, questo per evitare spiacevoli e deleterie infezioni dalla quale il mugo non riuscirebbe facilmente a riprendersi.

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

PATOLOGIE
La presenza di Afidi,cocciniglia e una ruga verde che divora gli aghi e forma un vistoso bozzolo caratteristico perché formato dalle deiezioni dell’animale vanno controllate quotidianamente, i primi perché causano il deperimento lento e costante del Mugo,la seconda perché potrebbe far seccare il ramoscello dove ha formato il proprio habitat.
[img][/img]

_______________________________________________________________________________________________________________________________
I fiori rari e belli sono quelli più difficili da raccogliere, beato chi ci riesce
danielo55
danielo55
Bonsaista esperto
Bonsaista esperto

Messaggi : 2715
Data d'iscrizione : 02.01.10
Età : 109
Località : Fogliano-gorizia

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.