Traduttore Google
Contatto forum
A causa dei tanti messaggi privati in arrivo, ho messo un limite per scrivere MP all'amministratore, quindi prima di poter scrivere messaggi all'amministratore ed i suoi componenti bisogna aver fatto almeno 10 post Per urgenze particolari, per reclami o solo per suggerimenti gli utenti che non hanno i requisiti, possono scrivere a questo indirizzo: giancarlo.carlini@alice.it
Cerca
 
 

Risultati secondo:
 


Rechercher Ricerca avanzata

La luna oggi
CURRENT MOON
Ospiti Italiani ed esteri che hanno Visitato il Forum
Sondaggio

Come avete scoperto il forum?

13% 13% [ 35 ]
58% 58% [ 157 ]
1% 1% [ 4 ]
13% 13% [ 34 ]
3% 3% [ 7 ]
13% 13% [ 34 ]

Totale dei voti : 271

Ultimi argomenti
Ottobre 2017
LunMarMerGioVenSabDom
      1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031     

Calendario Calendario

Segui Giancarlo su Facebook

Una conifera che ha resistito (quasi) a tutto

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Una conifera che ha resistito (quasi) a tutto

Messaggio  Fabio Ivan il Mer 03 Feb 2016, 21:34

Gentilissimi, sono su questo forum per chiedere un consiglio riguardo una conifera dalla storia particolare. Premesso: sono un totale neofita, e non ho mai coltivato alcuna essenza bonsai, tant’è, se dirò castronerie, abbiate pietà. Spero vi sia una pena (o uno sberleffo) minore per i rei confessi. Satira a parte, un conoscente m’ha suggerito di rivolgermi a gente esperta, dicendo che pochi come i bonsaisti sanno sia di biologia delle piante, sia di estetica. Dunque, nell’89 un parente ottenne da talea una ventina di pianticelle, che piantò a mo’ di siepe nel ’93. Cinque anni fa un incendio devastò il giardino. Prima che i ceppi fossero divelti chiesi di portarmi a casa l’unico sopravvissuto, pur se ridotto a un tronco alto poco meno d’un metro, arso per il novanta per cento. Aveva qualche ciuffo di foglie rosse, che dopo il trapianto ripresero colore a fatica. Non avendo un lembo di terra dove piantarlo, ricorsi a un vaso di 18 centimetri – unica possibilità sul mio misero balconcino. Da allora ho cercato di fargli riacquisire vigore, riuscendoci fino alla scorsa estate, quando uno o più ladri visitarono casa, e non trovando nulla da sgraffignare pensarono a fare più danni possibile: frigo e freezer aperti, suppellettili rotte, e i quattro vasi sul balcone lanciati di sotto. Il più sfortunato fu quello con la conifera, finito sotto le ruote d’un camioncino della raccolta differenziata dei rifiuti, mentre una vicina di casa – io ero fuori regione – metteva assieme i cocci degli altri. Malandata, eppure l’essenza si salvò ancora: il mezzo non passò sul vaso ma solo sulla chioma dell’alberello. Ora, avendo da pochi giorni a disposizione un frammento d’orto, vorrei dare un destino migliore a questa pianta. Sventurata, sì, ma nonostante tutto viva. Il pane di terra è intatto, il tronco robusto e poco flessibile (ventisei anni si sentono tutti), la ramificazione interna è quella che è: tre grosse branche ascendenti, e una quantità di ramuli scarni. La cima, ossia la parte forte della conifera è rimasta sulla strada, spezzata dalle ruote. Linfa però ne corre, un esemplare così mi piacerebbe valorizzarlo, considerate anche l’età, la resistenza e la capacità di reagire ai traumi. Spero che nell’orto non debba subire ancora. Quindi, domando: che fare? Ho visto alcuni esemplari modellati, ma ho poca esperienza. I materiali posso procurarmeli, e di pazienza ne ho in quantità industriale. Perciò, volendo evitare errori, provo a chiedere. Anzitutto, che specie è? Una m’ha detto “il relitto di un Chamaecyparis”, un altro “la brutta copia di un cipresso”, ma nessuno dei due era troppo convinto, se non d’aver fatto la battuta. Spero di non avere sbagliato forum, né d’avere annoiato: la sintesi non è il mio forte.

Caro Fabio, mi dispiace ma ho dovuto rimuovere il link che portava alla foto della tua pianta.......ti prego cortesemente di attenerti alle disposizioni date riguardo a come  devono essere inserite le foto...c'e' una sezione apposita con tanto di filmato....grazie  Giancarlo

p.s.  se passi nella sezione di presentazione denominata [ Facciamo Conoscenza] tutti potranno darti il benvenuto e fare la tua conoscenza.....grazie ancora..

Fabio Ivan
Nuovo Utente
Nuovo Utente

Messaggi : 2
Data d'iscrizione : 02.02.16

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum