Forum Bonsai
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi clic o accedi per continuare.
Traduttore Google
Contatto forum
A causa dei tanti messaggi privati in arrivo, ho messo un limite per scrivere MP all'amministratore, quindi prima di poter scrivere messaggi all'amministratore ed i suoi componenti bisogna aver fatto almeno 10 post Per urgenze particolari, per reclami o solo per suggerimenti gli utenti che non hanno i requisiti, possono scrivere a questo indirizzo: giancarlo.carlini@alice.it
Cerca
 
 

Risultati per:
 


Rechercher Ricerca avanzata

La luna oggi
CURRENT MOON
Ospiti Italiani ed esteri che hanno Visitato il Forum
larici piegatura e mantenimento Labels=0
Sondaggio

Come avete scoperto il forum?

larici piegatura e mantenimento Vote_lcap11%larici piegatura e mantenimento Vote_rcap 11% [ 35 ]
larici piegatura e mantenimento Vote_lcap61%larici piegatura e mantenimento Vote_rcap 61% [ 198 ]
larici piegatura e mantenimento Vote_lcap1%larici piegatura e mantenimento Vote_rcap 1% [ 4 ]
larici piegatura e mantenimento Vote_lcap14%larici piegatura e mantenimento Vote_rcap 14% [ 46 ]
larici piegatura e mantenimento Vote_lcap2%larici piegatura e mantenimento Vote_rcap 2% [ 7 ]
larici piegatura e mantenimento Vote_lcap11%larici piegatura e mantenimento Vote_rcap 11% [ 37 ]

Voti totali : 327

Ultimi argomenti
» ditemi dove piu giusto capitozzare
larici piegatura e mantenimento EmptyOggi alle 10:38 Da lucabe

» Ciao a tutti
larici piegatura e mantenimento EmptyOggi alle 09:41 Da detabn

» Aiuto pino pentaphilla cosa succede?
larici piegatura e mantenimento EmptyIeri alle 11:13 Da pie78

» Pinus Parviflora Var. "Ibokan"
larici piegatura e mantenimento EmptySab 19 Set 2020, 10:27 Da kordonbleu

» Quercus cerris
larici piegatura e mantenimento EmptySab 19 Set 2020, 07:36 Da kordonbleu

» Olivastro Sardo
larici piegatura e mantenimento EmptyVen 18 Set 2020, 09:22 Da Simo.

» Rodilegno nel fico
larici piegatura e mantenimento EmptyVen 18 Set 2020, 09:19 Da Simo.

» Acero in difficoltà
larici piegatura e mantenimento EmptyMer 16 Set 2020, 09:45 Da kordonbleu

» Problemi con acero Deshojo
larici piegatura e mantenimento EmptyMer 16 Set 2020, 06:20 Da kordonbleu

Settembre 2020
LunMarMerGioVenSabDom
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
282930    

Calendario Calendario

Segui Giancarlo su Facebook

larici piegatura e mantenimento

Andare in basso

larici piegatura e mantenimento Empty larici piegatura e mantenimento

Messaggio  folletto il Mar 26 Lug 2011, 13:33

ciao a tutti vorrei dare un consiglio e porre una domanda . il consiglio è x robin ..quando la pianticella è fine come la tua ,la puoi piegare avvolgendo il ramo con rafia inumidita e facendo 2/3 giri poi con normale filo , se pero il tronco è leggermente più grosso io lo scaldo ,con questo sistema la resina diventa più morbida e lo puoi lavorare larici piegatura e mantenimento 926317234 e una volta che si è raffreddato quasi sempre tiene l'impostazione che gli dai ?? poi il larice vive in alta montagna e come dice ARMANDO DEL COL stà bene con la chioma al sole e le radici in frigorifero allora x ovviare alla calura delle città,mentre in montagna di notte la temperatura scende di molto ,puoi risolvere il problema mettendo sulla base del terreno quei panetti che normamente si tengono in frizer x mantenere cibi e bevande fresche nei pic nic larici piegatura e mantenimento 312855 mentre all'amico DANIELO volevo chiedere buona l'idea dello scolapasta ,ma quando poi dopo averlo riempito di terra sotto e ai lati quando decidi di metterlo a dimora in un vaso bonsai come fai a districare le radici dallo scolapasta larici piegatura e mantenimento 218400 ??

folletto
Utente medio
Utente  medio

Messaggi : 814
Data d'iscrizione : 07.06.11
Età : 66
Località : menaggio

Torna in alto Andare in basso

larici piegatura e mantenimento Empty Re: larici piegatura e mantenimento

Messaggio  Daniele il Mar 26 Lug 2011, 19:38

Tutto vero quello che dice Armando , ma personalmente non sono d'accordo sui " panetti ghiacciati" da mettere sopra il vaso , sarebbe solo un pagliativo . Il larice vive bene con una escursione termica molto alta , ama la rugiada fresca mattutina durante l'estate e la brina ghiacciata durante l'autunno . Io ne coltivo una decina da anni , vivono all'esterno tutto l'anno con un ascursione termica di circa 25/30 c° tra il giorno e la notte . Per quanto riguarda lo scolapasta , ti risponderà bene Danielo , ma ti posso dire che quando i capillari arrivano ad uscire dai buchi ,ricevono luce e aria quindi si seccano quindi favoriscono l'eventuale rimozione .
Daniele
Daniele
Bonsaista esperto
Bonsaista esperto

Messaggi : 1484
Data d'iscrizione : 26.08.10
Età : 58
Località : Dolomiti- Belluno

Torna in alto Andare in basso

larici piegatura e mantenimento Empty Re: larici piegatura e mantenimento

Messaggio  TonyZ il Mar 26 Lug 2011, 19:51

Il posto ideale ,ovviamente non parlando del loro ambiente naturale...è un "angolino" fresco.Poche ore di sole mattutino ,possibilmente con un po' di arietta e'il luogo ideale,perlomeno piu' consono al larice.

Questo è il luogo che parlavo prima......dove il mio maestro coltiva i suoi larici da decenni.
Poi chi vuole mettere del ghiaccio lo metta ....ma mi sembra un tantino macchiavellico questo sistema. larici piegatura e mantenimento 10910 larici piegatura e mantenimento 10910

larici piegatura e mantenimento P1010412


larici piegatura e mantenimento P1010413
TonyZ
TonyZ
Bonsaista esperto
Bonsaista esperto

Messaggi : 3096
Data d'iscrizione : 20.02.11
Età : 48
Località : Carignano (TO)

Torna in alto Andare in basso

larici piegatura e mantenimento Empty Re: larici piegatura e mantenimento

Messaggio  Ganbatte il Mar 26 Lug 2011, 21:50

il segreto sta nel trovare ai larici, così come un po' a tutte le essenze, la giusta collocazione.
Una volta trovata secondo me non serve usare chissà quali stratagemmi.
Ganbatte
Ganbatte
Nuovo Utente
Nuovo Utente

Messaggi : 35
Data d'iscrizione : 07.06.11
Età : 45
Località : Carnate (MB)

Torna in alto Andare in basso

larici piegatura e mantenimento Empty Re: larici piegatura e mantenimento

Messaggio  davide il Mer 27 Lug 2011, 06:44

Per quanto riguarda la coltivazione del larice , posso dirti che io vivo in pianura dove lo sbalzo termico tra giorno e notte è molto blando ( giorno 35 gradi , notte ( 20/25 gradi ) e conosco un signore che di larici nei coltiva da più di 10 anni , e stanno tutti bene !!
L'unica accortezza che ti posso dare è trovare il luogo più fresco della tua casa . 
Poi biaognA dire che dobbiamo coltivare essenze consone al nostro luogo di abitazione , faccio un esempio :
Re di olea ( Stefano ) che vive al sud , la vedo dura la coltivazione di un larice o un acero , viceversa la vedo dura per Armando dal col la coltivazione di un olivastro o altre essenze mediterranee.
Questo , è un concetto generale non rivolto a te in prima persona.

Per il discorso dell' utilizzo del ghiaccio sopra il terreno , ti allego quanto scritto da luca bragazzi e già discusso poco tempo fa ( in altro loco ) .
Voglio precisare , ( per chi non sa chi è Luca bragazzi ) è esperto in patologia vegetale , in tecniche agronomiche applicate a coltivazione bonsai e sopratutto in problematiche fisiologiche derivanti dagli interventi di impostazione , di cui è considerato tra i maggiori esperti italiani . ( e questo vale anche dal mio punto di vista personale ) 

Commento di Luca :
vorrei concentrare il sunto della questione sul lato scientifico della tecnica oggetto di questo post; ovvero i ghiaccioli sul vaso.
L'utilizzo di una componente (in questo caso il ghiaccio) che possa far virare repentinamente la t° su di un substrato non ha assolutamente nessun risvolto sulla vita della pianta e sulla sua crescita in senso positivo. Perchè: 
Premetto:
1. tutte le essenze arboree che noi utilizziamo a scopo bonsaistico e quindi parliamo di specie ad uso forestale e agrario, per poter rispondere ad uno stimolo esterno necessitano che quello stesso stimolo insista costantemente e senza decremento di valore (in questo caso la t°) per almeno una settimana-dieci giorni. 
2. affinchè l'abbassamento della t° possa influire sulla crescita, la differenza tra la t° dell'ambiente di lavoro (substrato) della radice e quella instaurata dallo stimolo (ghiaccio) deve essere di almeno minimo 10°-12°.
Quindi:
1. stando al dato della "costanza" dovremmo avere un frigorifero che alimenta costantemente il ghiaccio e con il tempo faccia perdere calore al substrato e quindi indurre un cambiamento nella crescita della pianta... ma questo sia in estate che in autunno-inverno rappresenta quanto di più deleterio possa esserci, inquanto esiste un fenomeno chiamato shock-termico al quale tutte le piante rispondono con un arresto e non con un incremento di cerscita.
2. l'abbassamento della t° con uno scarto in negativo di 10° provoca il suddetto shock-termico che in estate provoca la lesione delle pareti cellulari con conseguente effetto uguale a quello delle gelate tardive in primavera. 
Mi sono stati fatti notare i risultati dopo l'utilizzo del ghiaccio... le crescite spropositate non sono dovute assolutamente ad una diminuizione della t°, ma bensì comunque ad un buon metodo di coltivazione primaverile che ha fatto accumulare energie alla pianta, e al fatto ormai risaputo, che la stagnola riflette i raggi e che provoca non un abbassamento della t° ma il mantenimento di valori della stessa poco al di sopra di quelli notturni. 
Personalmente in estate e con t° medie pari a 32°-33° preferisco preparare gli esemplari a tempo debito (in primavera) e durante l'estate utilizzare ombreggianti che mi riparino gli esemplari, questi vi assicuro che potranno continuare a crescere senza incorrere in shock-termici più dannosi che positivi.

Spero che questo commento di Luca , ti possa essere stato utile .
davide
davide
Istruttore UBI
Istruttore UBI

Messaggi : 2042
Data d'iscrizione : 30.04.11
Età : 42
Località : Casaleone

Torna in alto Andare in basso

larici piegatura e mantenimento Empty Re: larici piegatura e mantenimento

Messaggio  danielo55 il Mer 27 Lug 2011, 07:23

mentre all'amico DANIELO volevo chiedere buona l'idea dello scolapasta ,ma quando poi dopo averlo riempito di terra sotto e ai lati quando decidi di metterlo a dimora in un vaso bonsai come fai a districare le radici dallo scolapasta ??
Il problema in effetti non si pone,e il perchè è dato proprio dalla coltivazione nello scolapasta per i primi due-tre anni:le radici crescendo arrivano al bordo forato e non trovando altro sub-strato dove proseguire.si dividono e si moltiplicano in tanti capillari che sono in effetti i più necessari all'acquisizione del nutrimento,il fatto di metterlo poi in una cassetta traforata o in un'altro scolapasta più ampio serve solo per dare più spinta alla pianta,nella realtà quello che poi terremo sarà solo il pane radicale che si sarà formato nel primo scolapasta,che poi con le debite cure si dovrà preparare (una volta raggiunto l'obiettivo dell'accrescimento della pianta) per poterlo mettere nel vaso bonsai e quindi le radici che poi usciranno verranno tagliate e raso dello scolapasta stesso.....spero di essere stato chiaro larici piegatura e mantenimento 796643

danielo55
danielo55
Moderatore
Moderatore

Messaggi : 2715
Data d'iscrizione : 02.01.10
Età : 107
Località : Fogliano-gorizia

Torna in alto Andare in basso

larici piegatura e mantenimento Empty larici e metodo scolapasta

Messaggio  folletto il Mer 27 Lug 2011, 09:53

larici piegatura e mantenimento 108640 a tutti gli amici x le dettagliate spiegazioni larici piegatura e mantenimento 1916

folletto
Utente medio
Utente  medio

Messaggi : 814
Data d'iscrizione : 07.06.11
Età : 66
Località : menaggio

Torna in alto Andare in basso

larici piegatura e mantenimento Empty Re: larici piegatura e mantenimento

Messaggio  giancarlo il Mer 27 Lug 2011, 12:11

davide ha scritto:Per quanto riguarda la coltivazione del larice , posso dirti che io vivo in pianura dove lo sbalzo termico tra giorno e notte è molto blando ( giorno 35 gradi , notte ( 20/25 gradi ) e conosco un signore che di larici nei coltiva da più di 10 anni , e stanno tutti bene !!
L'unica accortezza che ti posso dare è trovare il luogo più fresco della tua casa . 
Poi biaognA dire che dobbiamo coltivare essenze consone al nostro luogo di abitazione , faccio un esempio :
Re di olea ( Stefano ) che vive al sud , la vedo dura la coltivazione di un larice o un acero , viceversa la vedo dura per Armando dal col la coltivazione di un olivastro o altre essenze mediterranee.
Questo , è un concetto generale non rivolto a te in prima persona.

Per il discorso dell' utilizzo del ghiaccio sopra il terreno , ti allego quanto scritto da luca bragazzi e già discusso poco tempo fa ( in altro loco ) .
Voglio precisare , ( per chi non sa chi è Luca bragazzi ) è esperto in patologia vegetale , in tecniche agronomiche applicate a coltivazione bonsai e sopratutto in problematiche fisiologiche derivanti dagli interventi di impostazione , di cui è considerato tra i maggiori esperti italiani . ( e questo vale anche dal mio punto di vista personale ) 

Commento di Luca :
vorrei concentrare il sunto della questione sul lato scientifico della tecnica oggetto di questo post; ovvero i ghiaccioli sul vaso.
L'utilizzo di una componente (in questo caso il ghiaccio) che possa far virare repentinamente la t° su di un substrato non ha assolutamente nessun risvolto sulla vita della pianta e sulla sua crescita in senso positivo. Perchè: 
Premetto:
1. tutte le essenze arboree che noi utilizziamo a scopo bonsaistico e quindi parliamo di specie ad uso forestale e agrario, per poter rispondere ad uno stimolo esterno necessitano che quello stesso stimolo insista costantemente e senza decremento di valore (in questo caso la t°) per almeno una settimana-dieci giorni. 
2. affinchè l'abbassamento della t° possa influire sulla crescita, la differenza tra la t° dell'ambiente di lavoro (substrato) della radice e quella instaurata dallo stimolo (ghiaccio) deve essere di almeno minimo 10°-12°.
Quindi:
1. stando al dato della "costanza" dovremmo avere un frigorifero che alimenta costantemente il ghiaccio e con il tempo faccia perdere calore al substrato e quindi indurre un cambiamento nella crescita della pianta... ma questo sia in estate che in autunno-inverno rappresenta quanto di più deleterio possa esserci, inquanto esiste un fenomeno chiamato shock-termico al quale tutte le piante rispondono con un arresto e non con un incremento di cerscita.
2. l'abbassamento della t° con uno scarto in negativo di 10° provoca il suddetto shock-termico che in estate provoca la lesione delle pareti cellulari con conseguente effetto uguale a quello delle gelate tardive in primavera. 
Mi sono stati fatti notare i risultati dopo l'utilizzo del ghiaccio... le crescite spropositate non sono dovute assolutamente ad una diminuizione della t°, ma bensì comunque ad un buon metodo di coltivazione primaverile che ha fatto accumulare energie alla pianta, e al fatto ormai risaputo, che la stagnola riflette i raggi e che provoca non un abbassamento della t° ma il mantenimento di valori della stessa poco al di sopra di quelli notturni. 
Personalmente in estate e con t° medie pari a 32°-33° preferisco preparare gli esemplari a tempo debito (in primavera) e durante l'estate utilizzare ombreggianti che mi riparino gli esemplari, questi vi assicuro che potranno continuare a crescere senza incorrere in shock-termici più dannosi che positivi.

Spero che questo commento di Luca , ti possa essere stato utile .


Nella risposta di Davide e' racchiuso tutto quello che c'e' da sapere su questo argomento...approvo in pieno quanto da lui asserito e soprattutto il parere autorevolissimo di un esperto come Luca Bragazzi.....

Posso solo aggiungere che dare notizie in un forum cosi' fuorvianti non e' molto bello...gli utenti frettolosi come il nostro Gualty sorridi poi sperimentano subito...e naturalmente possono combinare seri guai...(scusa Gualy...era solo un'esempio..)

_______________________________________________________________________________________________________________________________
Bonsai Club Laudense
larici piegatura e mantenimento Logonr10


4 parole fondamentali per l'arte bonsai:
> Passione
> Determinazione
> Costanza
> Tenacia
giancarlo
giancarlo
.
.

Messaggi : 16129
Data d'iscrizione : 01.01.10
Età : 64
Località : Boffalora d'Adda - Lodi

Torna in alto Andare in basso

larici piegatura e mantenimento Empty panetti ghiacciati

Messaggio  folletto il Mer 27 Lug 2011, 12:25

grazie GIANCARLO dell'osservazione che mi hai fatto larici piegatura e mantenimento 454906672purtroppo sono cose che avevano consigliato anche a me persone a parer loro (ESPERTI BONSAISTI )mentre ho capito dai vostri consigli di essermi fatto mal consigliare larici piegatura e mantenimento 570030242 o preso per i fondelli ,me ne scuso personalmente con te e con tutti gli amici del forum larici piegatura e mantenimento 384577 grazie ancora a tutti !!

folletto
Utente medio
Utente  medio

Messaggi : 814
Data d'iscrizione : 07.06.11
Età : 66
Località : menaggio

Torna in alto Andare in basso

larici piegatura e mantenimento Empty Re: larici piegatura e mantenimento

Messaggio  giancarlo il Mer 27 Lug 2011, 12:29

folletto ha scritto:grazie GIANCARLO dell'osservazione che mi hai fatto larici piegatura e mantenimento 454906672purtroppo sono cose che avevano consigliato anche a me persone a parer loro (ESPERTI BONSAISTI )mentre ho capito dai vostri consigli di essermi fatto mal consigliare larici piegatura e mantenimento 570030242 o preso per i fondelli ,me ne scuso personalmente con te e con tutti gli amici del forum larici piegatura e mantenimento 384577 grazie ancora a tutti !!

Tu sei una vittima della notizia...non ce l'avevo con te...tranquillo...... larici piegatura e mantenimento 64407

_______________________________________________________________________________________________________________________________
Bonsai Club Laudense
larici piegatura e mantenimento Logonr10


4 parole fondamentali per l'arte bonsai:
> Passione
> Determinazione
> Costanza
> Tenacia
giancarlo
giancarlo
.
.

Messaggi : 16129
Data d'iscrizione : 01.01.10
Età : 64
Località : Boffalora d'Adda - Lodi

Torna in alto Andare in basso

larici piegatura e mantenimento Empty Re: larici piegatura e mantenimento

Messaggio  davide il Gio 28 Lug 2011, 12:58

Quoto Giancarlo , tu sei solo una vittima della mal informazione .
Il mio intervento è mirato a far chiarezza su persone che si spacciano per sedicenti maestri , e innovativi su tecniche mai sentite da centinaia di anni !!
Se dobbiamo pure dare i ghiaccioli alle nostre piante , meglio che stipulo un contratto stagionale con L'ALGIDA !!! ahahaha
davide
davide
Istruttore UBI
Istruttore UBI

Messaggi : 2042
Data d'iscrizione : 30.04.11
Età : 42
Località : Casaleone

Torna in alto Andare in basso

larici piegatura e mantenimento Empty ghiaccioli

Messaggio  folletto il Gio 28 Lug 2011, 14:19

davide ha scritto:Quoto Giancarlo , tu sei solo una vittima della mal informazione .
Il mio intervento è mirato a far chiarezza su persone che si spacciano per sedicenti maestri , e innovativi su tecniche mai sentite da centinaia di anni !!
Se dobbiamo pure dare i ghiaccioli alle nostre piante , meglio che stipulo un contratto stagionale con L'ALGIDA !!! larici piegatura e mantenimento 570030242
grande Davide quel grande maestro larici piegatura e mantenimento 600999187 larici piegatura e mantenimento 600999187 larici piegatura e mantenimento 600999187 è un pò che non lo vedo !arriverà l'occasionelarici piegatura e mantenimento 454906672 x rigraziarlo dell'ottimo consigliolarici piegatura e mantenimento 64407

folletto
Utente medio
Utente  medio

Messaggi : 814
Data d'iscrizione : 07.06.11
Età : 66
Località : menaggio

Torna in alto Andare in basso

larici piegatura e mantenimento Empty Re: larici piegatura e mantenimento

Messaggio  TonyZ il Gio 28 Lug 2011, 18:15

davide ha scritto:Quoto Giancarlo , tu sei solo una vittima della mal informazione .
Il mio intervento è mirato a far chiarezza su persone che si spacciano per sedicenti maestri , e innovativi su tecniche mai sentite da centinaia di anni !!
Se dobbiamo pure dare i ghiaccioli alle nostre piante , meglio che stipulo un contratto stagionale con L'ALGIDA !!! ahahaha

ahahaha ahahaha ahahaha ahahaha ahahaha
TonyZ
TonyZ
Bonsaista esperto
Bonsaista esperto

Messaggi : 3096
Data d'iscrizione : 20.02.11
Età : 48
Località : Carignano (TO)

Torna in alto Andare in basso

larici piegatura e mantenimento Empty Re: larici piegatura e mantenimento

Messaggio  ricardo il Ven 04 Gen 2013, 18:17

danielo55 ha scritto:mentre all'amico DANIELO volevo chiedere buona l'idea dello scolapasta ,ma quando poi dopo averlo riempito di terra sotto e ai lati quando decidi di metterlo a dimora in un vaso bonsai come fai a districare le radici dallo scolapasta ??
Il problema in effetti non si pone,e il perchè è dato proprio dalla coltivazione nello scolapasta per i primi due-tre anni:le radici crescendo arrivano al bordo forato e non trovando altro sub-strato dove proseguire.si dividono e si moltiplicano in tanti capillari che sono in effetti i più necessari all'acquisizione del nutrimento,il fatto di metterlo poi in una cassetta traforata o in un'altro scolapasta più ampio serve solo per dare più spinta alla pianta,nella realtà quello che poi terremo sarà solo il pane radicale che si sarà formato nel primo scolapasta,che poi con le debite cure si dovrà preparare (una volta raggiunto l'obiettivo dell'accrescimento della pianta) per poterlo mettere nel vaso bonsai e quindi le radici che poi usciranno verranno tagliate e raso dello scolapasta stesso.....spero di essere stato chiaro larici piegatura e mantenimento 796643

Danielo scusa una domanda , lo scolapasta va bene quelo in plastica, o debe essere de metallo. La missura e quela standar, vorrei adesso a primavera mettere un picolo fico carica, il sustrato debe essere solo terricio normale o debo metere la pomice ? grazie.

ricardo
Utente normale
Utente normale

Messaggi : 423
Data d'iscrizione : 20.10.11
Età : 50
Località : milano

Torna in alto Andare in basso

larici piegatura e mantenimento Empty Re: larici piegatura e mantenimento

Messaggio  giancarlo il Ven 04 Gen 2013, 20:44

ricardo ha scritto:
danielo55 ha scritto:mentre all'amico DANIELO volevo chiedere buona l'idea dello scolapasta ,ma quando poi dopo averlo riempito di terra sotto e ai lati quando decidi di metterlo a dimora in un vaso bonsai come fai a districare le radici dallo scolapasta ??
Il problema in effetti non si pone,e il perchè è dato proprio dalla coltivazione nello scolapasta per i primi due-tre anni:le radici crescendo arrivano al bordo forato e non trovando altro sub-strato dove proseguire.si dividono e si moltiplicano in tanti capillari che sono in effetti i più necessari all'acquisizione del nutrimento,il fatto di metterlo poi in una cassetta traforata o in un'altro scolapasta più ampio serve solo per dare più spinta alla pianta,nella realtà quello che poi terremo sarà solo il pane radicale che si sarà formato nel primo scolapasta,che poi con le debite cure si dovrà preparare (una volta raggiunto l'obiettivo dell'accrescimento della pianta) per poterlo mettere nel vaso bonsai e quindi le radici che poi usciranno verranno tagliate e raso dello scolapasta stesso.....spero di essere stato chiaro larici piegatura e mantenimento 796643

Danielo scusa una domanda , lo scolapasta va bene quelo in plastica, o debe essere de metallo. La missura e quela standar, vorrei adesso a primavera mettere un picolo fico carica, il sustrato debe essere solo terricio normale o debo metere la pomice ? grazie.

Puoi usare lo scolapasta di plastica, quello standard Ricardo...

_______________________________________________________________________________________________________________________________
Bonsai Club Laudense
larici piegatura e mantenimento Logonr10


4 parole fondamentali per l'arte bonsai:
> Passione
> Determinazione
> Costanza
> Tenacia
giancarlo
giancarlo
.
.

Messaggi : 16129
Data d'iscrizione : 01.01.10
Età : 64
Località : Boffalora d'Adda - Lodi

Torna in alto Andare in basso

larici piegatura e mantenimento Empty Re: larici piegatura e mantenimento

Messaggio  ricardo il Sab 05 Gen 2013, 06:12

Grazie. Gian

ricardo
Utente normale
Utente normale

Messaggi : 423
Data d'iscrizione : 20.10.11
Età : 50
Località : milano

Torna in alto Andare in basso

larici piegatura e mantenimento Empty Re: larici piegatura e mantenimento

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.