Traduttore Google
Contatto forum
A causa dei tanti messaggi privati in arrivo, ho messo un limite per scrivere MP all'amministratore, quindi prima di poter scrivere messaggi all'amministratore ed i suoi componenti bisogna aver fatto almeno 10 post Per urgenze particolari, per reclami o solo per suggerimenti gli utenti che non hanno i requisiti, possono scrivere a questo indirizzo: giancarlo.carlini@alice.it
Cerca
 
 

Risultati per:
 


Rechercher Ricerca avanzata

La luna oggi
CURRENT MOON
Ospiti Italiani ed esteri che hanno Visitato il Forum
Sondaggio

Come avete scoperto il forum?

12% 12% [ 35 ]
59% 59% [ 168 ]
1% 1% [ 4 ]
13% 13% [ 38 ]
2% 2% [ 7 ]
12% 12% [ 34 ]

Totale dei voti : 286

Ultimi argomenti
» Olivo foglie gialle
Oggi alle 06:07 Da Vhik

» Presentazione
Oggi alle 06:02 Da Vhik

» pianta raccolta
Oggi alle 04:17 Da lucabe

» salvia...scommessa vincente o persa in partenza?
Ieri alle 16:06 Da von mises

» La mia prima margotta (Melo Everest)
Ieri alle 06:52 Da alè_bonsai

» ciao tutti
Ieri alle 06:37 Da alè_bonsai

» Olmo con clorosi?
Mar 19 Giu 2018, 16:30 Da Liuk

» Olmo molla foglie!
Mar 19 Giu 2018, 14:16 Da feanor

» Acero Campestre
Lun 18 Giu 2018, 14:07 Da Gualty

I postatori più attivi del mese
vicious
 
kordonbleu
 
von mises
 
cirodanapoli
 
alè_bonsai
 
Simo.
 
Nicola80
 
feanor
 
ale
 
andria
 

Giugno 2018
LunMarMerGioVenSabDom
    123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930 

Calendario Calendario

Segui Giancarlo su Facebook

Tempo di rinvasi, parliamo di terricci e substrati

Pagina 5 di 5 Precedente  1, 2, 3, 4, 5

Andare in basso

Re: Tempo di rinvasi, parliamo di terricci e substrati

Messaggio  kordonbleu il Mar 24 Giu 2014, 10:12

adesso puoi fare solo dei falsi rinvasi, aspetta febbraio per fare interventi invasivi
avatar
kordonbleu
Moderatore
Moderatore

Messaggi : 11948
Data d'iscrizione : 10.03.12
Età : 98
Località : Teramo

Torna in alto Andare in basso

Re: Tempo di rinvasi, parliamo di terricci e substrati

Messaggio  Fernet il Mer 17 Giu 2015, 14:04

Buongiorno a tutti,
da quando mi sono iscritto ho fatto i compiti e ho letto alcune discussioni per neofiti, tra cui questa. In particolare in questo post ho trovato spunti interessanti che però mi hanno fatto sorgere alcuni dubbi in merito alla scelta dei substrati di coltivazione.
Ciò che fatico a comprendere è la consuetudine a coltivare la stragrande maggioranza delle specie in terreni ad elevata, se non totale % di materiali inerti. Scelta che, ovviamente, comporta abbondanti concimazioni durante la stagione vegetativa per sopperire alla mancanza di elementi nutritivi del terreno e per raggiungere l’obiettivo di coltivazione. Pertanto mi chiedo e vi chiedo: come mai nella tecnica bonsai si segue questa corrente? Non sarebbe più semplice utilizzare in maggiori % il terreno in cui la piante cresce, spesso rigogliosa, limitandosi a concimare per sopperire alle asportazioni?
Mi scuso in anticipo se chiedo una banalità, ma del resto, nessuno nasce “imparato”.
avatar
Fernet
Nuovo Utente
Nuovo Utente

Messaggi : 41
Data d'iscrizione : 22.05.15
Località : Piacenza

Torna in alto Andare in basso

Re: Tempo di rinvasi, parliamo di terricci e substrati

Messaggio  Dav86 il Mer 17 Giu 2015, 14:29

Fernet ha scritto:Buongiorno a tutti,
da quando mi sono iscritto ho fatto i compiti e ho letto alcune discussioni per neofiti, tra cui questa. In particolare in questo post ho trovato spunti interessanti che però mi hanno fatto sorgere alcuni dubbi in merito alla scelta dei substrati di coltivazione.
Ciò che fatico a comprendere è la consuetudine a coltivare la stragrande maggioranza delle specie in terreni ad elevata, se non totale % di materiali inerti. Scelta che, ovviamente, comporta abbondanti concimazioni durante la stagione vegetativa per sopperire alla mancanza di elementi nutritivi del terreno e per raggiungere l’obiettivo di coltivazione. Pertanto mi chiedo e vi chiedo: come mai nella tecnica bonsai si segue questa corrente? Non sarebbe più semplice utilizzare in maggiori % il terreno in cui la piante cresce, spesso rigogliosa, limitandosi a concimare per sopperire alle asportazioni?
Mi scuso in anticipo se chiedo una banalità, ma del resto, nessuno nasce “imparato”.

non è una banalità, anzi, domanda FONDAMENTALE per capire l'uso di susbtrati granulosi a differenza di substrati organici/torbosi.

sono di fretta quindi dico solo due righe: nella coltivazione bonsai la parte ORGANICA/humutica del substrato non può essere usata come parte principale perchè perde molto in fretta le caratteristiche fisiche (quindi rischio ristagni e asfissia) e chimiche (quindi carenza sul lungo termine di elementi) e si degrada a causa delle giornaliere (o quasi) innaffiature che necessita una coltivaizne in vaso di alberi, quindi se ne usa di solito solo un 10 15 % sul totale ma molte persone ormai ne hanno abbandonato del tutto l'uso (me compreso), preferendo integrare con acidi umici e microelementi e ovviamente fondamentale l'uso di concimi organici NPK se manca l'humus nel substrato.
Inoltre la granulometria (che esiste in pomice, akadama eccetera) incide moltissimo sull'equilibrio del vigore delle varie parti della pianta, aiutando la miniaturizzazione.

avatar
Dav86
Utente medio
Utente  medio

Messaggi : 576
Data d'iscrizione : 24.09.13
Età : 31
Località : Torino

Torna in alto Andare in basso

Re: Tempo di rinvasi, parliamo di terricci e substrati

Messaggio  Fernet il Mer 17 Giu 2015, 16:23

Grazie Dav86,
chiaro e condivisibile. Per quel che riguarda l'aspetto S.O., ci può stare che vi sia degradazione mantenendo il vaso di coltivazione per + anni.
In piante in allevamento dove si richiede spinta per la formazione dei rami primari e rinvasi frequenti, forse un pò meno.
Chiedo quindi a te o a chi avesse voglia di rispondere, è opinione che la S.O. presente si degradi completamente nel giro di una sola stagione vegetativa?
Nel caso specifico di piante appena raccolte, perchè non mantenere buona parte del terreno originale per lo meno fino al passaggio al primo vaso bonsai?
Non sarebbe oltre a un discreto risparmio (concimi, ammendanti) garanzia di un maggiore attecchimento?
avatar
Fernet
Nuovo Utente
Nuovo Utente

Messaggi : 41
Data d'iscrizione : 22.05.15
Località : Piacenza

Torna in alto Andare in basso

Re: Tempo di rinvasi, parliamo di terricci e substrati

Messaggio  danielo55 il Mer 17 Giu 2015, 16:45

Fernet ha scritto:Grazie Dav86,
chiaro e condivisibile. Per quel che riguarda l'aspetto S.O., ci può stare che vi sia degradazione mantenendo il vaso di coltivazione per + anni.
In piante in allevamento dove si richiede spinta per la formazione dei rami primari e rinvasi frequenti, forse un pò meno.
Chiedo quindi a te o a chi avesse voglia di rispondere, è opinione che la S.O. presente si degradi completamente nel giro di una sola stagione vegetativa?
Nel caso specifico di piante appena raccolte, perchè non mantenere buona parte del terreno originale per lo meno fino al passaggio al primo vaso bonsai?
Non sarebbe oltre a un discreto risparmio (concimi, ammendanti) garanzia di un maggiore attecchimento?

di norma alla raccolta è sempre fondamentale lasciare una parte del sub strato originale per dare alla pianta una possibilità di attecchimento maggiore, l'eliminazione del medesimo si rende necessaria(a seconda della vigoria che ha la pianta anche in più volte) per permetterle di sviluppare radici capillari anche nella parte più interna del pane radicale, questo perchè quando andremo a sistemarla in un vaso più ristretto la stessa avrà sviluppato un apparato di assorbimento dei nutrienti utili al suo sostentamento, cosa che in natura avviene mediante l'allungamento delle radici alla ricerca proprio degli elementi utili alla sua sopravvivenza

_______________________________________________________________________________________________________________________________
I fiori rari e belli sono quelli più difficili da raccogliere, beato chi ci riesce
avatar
danielo55
Moderatore
Moderatore

Messaggi : 2697
Data d'iscrizione : 02.01.10
Età : 105
Località : Fogliano-gorizia

Torna in alto Andare in basso

Tempo di rinvasi, parliamo di terricci e substrati

Messaggio  Diego Andreani il Mer 17 Giu 2015, 18:45

Scusate ma stò uscendo e non ho il tempo per leggere tutti gli interventi, quindi se dirò una cosa già detta abbiate venia. Togliere il terriccio rimanente dell'espianto in piena terra, una volta che la pianta gode di ottima salute, è fondamentale, in quanto avere due tipi di terreno, all'interno di un vaso, con modi diversi di assimilare concime, trattenere l'umidita e asciugare non è per niente una bella cosa. benvenuto
avatar
Diego Andreani
Bonsaista esperto
Bonsaista esperto

Messaggi : 667
Data d'iscrizione : 14.05.14
Età : 50
Località : la spezia

Torna in alto Andare in basso

Re: Tempo di rinvasi, parliamo di terricci e substrati

Messaggio  Gin il Dom 21 Giu 2015, 07:36

quindi, se ho ben capito, è meglio "stratificare" che "mischiare" (?)

Gin
Nuovo Utente
Nuovo Utente

Messaggi : 115
Data d'iscrizione : 20.06.15
Età : 47
Località : Pozzuoli (NA)

Torna in alto Andare in basso

Re: Tempo di rinvasi, parliamo di terricci e substrati

Messaggio  danielo55 il Dom 21 Giu 2015, 11:20

no, assolutamente no, all'espianto la pianta va tenuta nel suo terreno originale se non troppo compatto e comunque va sistemata in un terreno circostante con un ottimo drenaggio,la pomice va benissimo, perchè serve a far respirare le radici che cresceranno e favorisce lo scambio cationico, è un'inerte sicuramente ma quasi tutti sappiamo che dare respiro al substrato e alle radici è un toccasana per i trapianti, poi col tempo, a seconda della forza della pianta e la crescita delle radici si farà il trattamento di pulizia del terriccio restante

_______________________________________________________________________________________________________________________________
I fiori rari e belli sono quelli più difficili da raccogliere, beato chi ci riesce
avatar
danielo55
Moderatore
Moderatore

Messaggi : 2697
Data d'iscrizione : 02.01.10
Età : 105
Località : Fogliano-gorizia

Torna in alto Andare in basso

Tempo di rinvasi, parliamo di terricci e substrati

Messaggio  Diego Andreani il Dom 21 Giu 2015, 20:01

Diego Andreani ha scritto: Togliere il terriccio rimanente dell'espianto in piena terra, una volta che la pianta gode di ottima salute

Scusate se non sono stato chiarissimo benvenuto
avatar
Diego Andreani
Bonsaista esperto
Bonsaista esperto

Messaggi : 667
Data d'iscrizione : 14.05.14
Età : 50
Località : la spezia

Torna in alto Andare in basso

Re: Tempo di rinvasi, parliamo di terricci e substrati

Messaggio  begio il Lun 20 Feb 2017, 20:24

Ciao Giancarlo,
io ho rinvasato il ginepro e la zelkova con akadama 100% con 2 granulometrie ,grossa e media,mentre l'acero con akadama 70% e t.u 30%,secondo te puo andare bene?Premetto che dalle mie parti c'è molta unìmidita

begio
Nuovo Utente
Nuovo Utente

Messaggi : 13
Data d'iscrizione : 20.02.17
Età : 38
Località : chioggia (ve)

Torna in alto Andare in basso

Re: Tempo di rinvasi, parliamo di terricci e substrati

Messaggio  kordonbleu il Mar 21 Feb 2017, 06:48

begio ha scritto:Ciao Giancarlo,
io ho rinvasato il ginepro e la zelkova con akadama 100% con 2 granulometrie ,grossa e media,mentre l'acero con akadama  70% e t.u 30%,secondo te puo andare bene?Premetto che dalle mie parti c'è molta unìmidita

avrei fatto il contrario, e per il ginepro avrei usato la pomice
avatar
kordonbleu
Moderatore
Moderatore

Messaggi : 11948
Data d'iscrizione : 10.03.12
Età : 98
Località : Teramo

Torna in alto Andare in basso

Re: Tempo di rinvasi, parliamo di terricci e substrati

Messaggio  begio il Mar 21 Feb 2017, 08:10

cioe avresti usato akadama 100% per l'acero e per la zelkova akad.e t.u? Puo andare bene lo stesso come o fatto,oppure le piante sofriranno?

begio
Nuovo Utente
Nuovo Utente

Messaggi : 13
Data d'iscrizione : 20.02.17
Età : 38
Località : chioggia (ve)

Torna in alto Andare in basso

Re: Tempo di rinvasi, parliamo di terricci e substrati

Messaggio  kordonbleu il Mar 21 Feb 2017, 10:35

non dovrebbero avere i problemi...
avatar
kordonbleu
Moderatore
Moderatore

Messaggi : 11948
Data d'iscrizione : 10.03.12
Età : 98
Località : Teramo

Torna in alto Andare in basso

Re: Tempo di rinvasi, parliamo di terricci e substrati

Messaggio  giancarlo il Mar 21 Feb 2017, 13:45

begio ha scritto:Ciao Giancarlo,
io ho rinvasato il ginepro e la zelkova con akadama 100% con 2 granulometrie ,grossa e media,mentre l'acero con akadama  70% e t.u 30%,secondo te puo andare bene?Premetto che dalle mie parti c'è molta unìmidita

Tranquillo che non succede nulla lo stesso...

Io solitamente faccio cosi'...

Ginepro : 50% akadama 40% pomice 10% kiryu

Zelkova: 40% pomice 40% akadama 20% t.u.

Acero akadama 40%  pomice 40% kanuma 20%

Altri faranno diversamente ma tranquillo...le piante piu' o meno rendono sempre bene....

Molti addirittura, usano sempre e solo akadama su tutte le piante, escluse le acidofile.....e' un fatto puramente soggettivo e dato dall'esperienza di ognuno di noi nella coltivazione delle piante.....

_______________________________________________________________________________________________________________________________
Bonsai Club Laudense
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]


4 parole fondamentali per l'arte bonsai:
> Passione
> Determinazione
> Costanza
> Tenacia
avatar
giancarlo
.
.

Messaggi : 16095
Data d'iscrizione : 01.01.10
Età : 61
Località : Boffalora d'Adda - Lodi

Torna in alto Andare in basso

Re: Tempo di rinvasi, parliamo di terricci e substrati

Messaggio  begio il Mar 21 Feb 2017, 19:29

Grazie a tutti,piu avanti potero anche le foto,ed essendo alle prime armi avro tantissimo da chiedere e imparare

begio
Nuovo Utente
Nuovo Utente

Messaggi : 13
Data d'iscrizione : 20.02.17
Età : 38
Località : chioggia (ve)

Torna in alto Andare in basso

Re: Tempo di rinvasi, parliamo di terricci e substrati

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 5 di 5 Precedente  1, 2, 3, 4, 5

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum