Traduttore Google
Contatto forum
A causa dei tanti messaggi privati in arrivo, ho messo un limite per scrivere MP all'amministratore, quindi prima di poter scrivere messaggi all'amministratore ed i suoi componenti bisogna aver fatto almeno 10 post Per urgenze particolari, per reclami o solo per suggerimenti gli utenti che non hanno i requisiti, possono scrivere a questo indirizzo: giancarlo.carlini@alice.it
Cerca
 
 

Risultati secondo:
 


Rechercher Ricerca avanzata

La luna oggi
CURRENT MOON
Ospiti Italiani ed esteri che hanno Visitato il Forum
Sondaggio

Come avete scoperto il forum?

13% 13% [ 35 ]
58% 58% [ 160 ]
1% 1% [ 4 ]
13% 13% [ 37 ]
3% 3% [ 7 ]
12% 12% [ 34 ]

Totale dei voti : 277

Ultimi argomenti
» bagolaro consigli per coltivazione
Oggi alle 13:36 Da Gualty

» yamadori 2016/2017
Oggi alle 13:04 Da stecappai

» nuova stagione di raccolta 2017/18
Oggi alle 11:07 Da lucabe

»  un aiuto x questo melo
Oggi alle 11:03 Da lucabe

» Margotta magnolia
Ieri alle 20:31 Da bets91

» Zelkova da re-impostare
Ieri alle 19:05 Da vicious

» PRUNUS MUME
Ieri alle 17:59 Da vicious

» Prodotti Coltivazione
Ieri alle 16:20 Da Nomura

» Liquidambar da seme n.2
Ieri alle 14:16 Da kordonbleu

I postatori più attivi del mese
kordonbleu
 
vicious
 
lucabe
 
ale
 
feanor
 
Nicola80
 
Peppe1602
 
danielep
 
Nomura
 
alè_bonsai
 

Febbraio 2018
LunMarMerGioVenSabDom
   1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728    

Calendario Calendario

Segui Giancarlo su Facebook

Juniperus chinensis

Andare in basso

Juniperus chinensis

Messaggio  il trive il Gio 30 Mag 2013, 17:03

Io sottoscritto Claudio Trivellato, dichiaro di aver lavorato questo Ligustro/ginepro....ecc.ecc., senza alcun aiuto derivato da Istruttori o di altre persone. Accetto il giudizio insindacabile da parte dei giudici e non chiederò spiegazioni sulle valutazioni che li hanno condotti al risultato finale.

questo ginepro è stato acquistato in un vivaio specializzato parecchi anni fa, uno di quegli acquisti dettati più dalla voglia di fare (avevo appena intrapreso il mio cammino bonsai) che da un vero e proprio gusto. la pianta è rimasta inalterata nel mio giardino per anni, solo potature per ricavarne talee. Si tratta di un materiale coltivato in campo, quel tipo di materiali tutti simili e senza caratteristiche peculiari importanti, pertanto un disegno della pianta mi è stato a lungo impossibile azzardarlo. Poi un giorno, stanco di questa stasi bonsaistica, ho cominciato a eliminare i rami più lunghi e dritti, con vegetazione esclusivamente periferica, lasciando quelli più interessanti per movimento e quelli con la ramificazione più vicina al tronco.

il ginepro all'inizio dei lavori, tolti i primi rami ritenuti inutili
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

al termine della prima lavorazione è stata rinvasata in un contenitore più piccolo. il primo disegno prevedeva una specie di padre/figlio, ma non mi convinceva per vari motivi: la differenza di diametri e movimento tra il tronco e i rami, l'altezza che andava ridotta...
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

A fine stagione è stato tolto il filo. Nonostante la potatura massiccia e la filatura il ginepro ha tirato fuori tutta la sua energia, infoltendosi per bene e dandomi così la possibilità di agire con una nuova impostazione. Come per tutte le piante anche il ginepro per subire una lavorazione importante deve dimostrare di stare bene, altrimenti si rimanda il tutto. Ecco la pianta tolto il filo e prima della seconda impostazione.
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

Pianta in forma e due rami da rimettere a posto... gira di qua e gira di là, la legna secca che consideravo abbondante e inadeguata per la prima impostazione mi suggerisce l'idea buona. Tagliare il "padre", inclinare il tronco e compattare l'unico ramo rimasto al tronco, al di sotto del secco. La mano del defunto che protegge il vivo. l'ho sentito dire per alcuni ginepri con tenjin importanti come questi. Voglio soffermarmi un secondo ancora sul secco. Spesso si tende a lavorarlo tutto in una volta. è anche bello e divertente e ci si fa prendere la mano facilmente. Per questo ginepro invece sono stato lento, aspettando che le intemperie facessero la loro parte. si dice spesso tra bonsaisti "a togliere c'è sempre tempo". è questo un insegnamento molto importante, sia per le parti vive che per il legno morto. a questo punto della lavorazione il legno secco ha subito solo una leggera bruciatura, giusto per eliminare le pellicine rimaste dallo scortecciamento e dagli strappi della pinza.
ecco la foto del ginepro dopo la seconda impostazione
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

quest'inverno è rimasto fuori, al freddo e sotto la neve e questa primavera è ripartito con la solita vigoria. ho applicato per la prima volta il liquido jin sul secco, che di tanto in tanto ritoccavo, strappavo e bruciacchiavo. il risultato è una pianta molto compatta, e aggressiva. caratteristico e accativante il jin che io chiamo "artiglio" proprio al di sopra della chioma.
ecco il ginepro pochi giorni fa
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

la strada è ancora lunga, ma per ora mi accontento di quel che sono riuscito a fare.
avatar
il trive
Utente normale
Utente normale

Messaggi : 470
Data d'iscrizione : 02.09.10
Località : Lodi

Tornare in alto Andare in basso

Re: Juniperus chinensis

Messaggio  Simo. il Mar 02 Lug 2013, 15:32

Mi piace la pianta ed il lavoro svolto sin qui, ha il potenziale per migliorare molto e credo sia questione solo di tempo. Bravo trive. Wink 

_______________________________________________________________________________________________________________________________
L'ignoranza urla, l'intelligenza parla, la saggezza tace
avatar
Simo.
Moderatore
Moderatore

Messaggi : 7470
Data d'iscrizione : 05.01.10
Età : 44
Località : Segrate (MI)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Juniperus chinensis

Messaggio  il trive il Mer 03 Lug 2013, 10:05

Simone ha scritto:Mi piace la pianta ed il lavoro svolto sin qui, ha il potenziale per migliorare molto e credo sia questione solo di tempo. Bravo trive.  Wink 

ora sta infoltendo per bene, pinzo dove necessario e tanto sole Smile
quest'inverno vedrò di impalcare meglio tutto il verde. la strada è lunga ma la pianta risponde benissimo. son contento!
avatar
il trive
Utente normale
Utente normale

Messaggi : 470
Data d'iscrizione : 02.09.10
Località : Lodi

Tornare in alto Andare in basso

Re: Juniperus chinensis

Messaggio  Bonsai67 il Sab 28 Set 2013, 23:03

Bravo Trive...carino!
avatar
Bonsai67
Utente attivo
Utente attivo

Messaggi : 2211
Data d'iscrizione : 22.12.11
Età : 50
Località : Pforzheim (Germania)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Juniperus chinensis

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum