Traduttore Google
Contatto forum
A causa dei tanti messaggi privati in arrivo, ho messo un limite per scrivere MP all'amministratore, quindi prima di poter scrivere messaggi all'amministratore ed i suoi componenti bisogna aver fatto almeno 10 post Per urgenze particolari, per reclami o solo per suggerimenti gli utenti che non hanno i requisiti, possono scrivere a questo indirizzo: giancarlo.carlini@alice.it
Cerca
 
 

Risultati secondo:
 


Rechercher Ricerca avanzata

La luna oggi
CURRENT MOON
Ospiti Italiani ed esteri che hanno Visitato il Forum
Sondaggio

Come avete scoperto il forum?

13% 13% [ 35 ]
58% 58% [ 155 ]
1% 1% [ 4 ]
13% 13% [ 34 ]
3% 3% [ 7 ]
13% 13% [ 34 ]

Totale dei voti : 269

Ultimi argomenti
» Chaemacyparis nana mame
Oggi alle 13:32 Da vicious

» Un piccoletto di mirto
Oggi alle 08:32 Da von mises

» Juniperus sabina tamaricifolia
Ieri alle 22:19 Da Vanessabonsai

» Primo acero rosso
Ieri alle 16:56 Da Lucagun

» Identificazione pianta
Ieri alle 11:10 Da alby94

» quercia spinosa da seme
Ieri alle 08:38 Da Vanessabonsai

» Primo step di un silvestre dopo 50 anni di coltivazione
Lun 21 Ago 2017, 19:56 Da feanor

» vacanze pugliesi
Sab 19 Ago 2017, 20:08 Da von mises

» Consiglio per mugo
Sab 19 Ago 2017, 07:31 Da ilniele

Agosto 2017
LunMarMerGioVenSabDom
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031   

Calendario Calendario

Segui Giancarlo su Facebook

La storia del bat Kaede

Pagina 5 di 10 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: La storia del bat Kaede

Messaggio  batinblack il Lun 04 Mar 2013, 17:34

Grazie Giancarlo !
avatar
batinblack
Utente medio
Utente  medio

Messaggi : 640
Data d'iscrizione : 20.04.12
Età : 49
Località : Roma

http://www.flickr.com/groups/canoniani_romani/pool/27506990@N04/

Tornare in alto Andare in basso

Re: La storia del bat Kaede

Messaggio  batinblack il Dom 17 Mar 2013, 15:42

Effettuato in data odierna terzo trattamento dopo rinvaso a base di Acidi umici, Bioxim Radmix e giusto un goccio di Furos. Spruzzature a base di Kombu. Nonostante sia posizionato ancora in piena ombra ed il taglio delle radici sta confermando la sua proverbiale vigoria ripartendo alla grande. La prossima settimana esattamente a distanza di un mese dal rinvaso tornerà in pieno sole ed inizieranno le spruzzature fogliari con metà dose di Vitacrop un fisioattivatore fogliare a base di aminoacidi e microelementi.
avatar
batinblack
Utente medio
Utente  medio

Messaggi : 640
Data d'iscrizione : 20.04.12
Età : 49
Località : Roma

http://www.flickr.com/groups/canoniani_romani/pool/27506990@N04/

Tornare in alto Andare in basso

Re: La storia del bat Kaede

Messaggio  alby94 il Dom 17 Mar 2013, 16:35

foto1 foto1 foto1 foto1

Dai Marco non farci stare sulle spine
avatar
alby94
Utente attivo
Utente attivo

Messaggi : 2491
Data d'iscrizione : 21.09.12
Età : 23
Località : Como

Tornare in alto Andare in basso

Re: La storia del bat Kaede

Messaggio  batinblack il Dom 17 Mar 2013, 18:50

A.S.A.P. As soon as possible !
avatar
batinblack
Utente medio
Utente  medio

Messaggi : 640
Data d'iscrizione : 20.04.12
Età : 49
Località : Roma

http://www.flickr.com/groups/canoniani_romani/pool/27506990@N04/

Tornare in alto Andare in basso

Re: La storia del bat Kaede

Messaggio  batinblack il Lun 08 Apr 2013, 16:29

Allora ragazzi ulteriore filatura dei primari e ripartenza del Kaede nella nuova ciotolona.
Scusate ragazzi è un male che su alcuni rami il mio Kaede mi ha fatto addirittura 3 gemme per internodo. oppure è sinonimo di salute di ferro ?
Io sapevo che facevano le gemme accoppiate ma non 3 !
Comunque questa è la situazione:



avatar
batinblack
Utente medio
Utente  medio

Messaggi : 640
Data d'iscrizione : 20.04.12
Età : 49
Località : Roma

http://www.flickr.com/groups/canoniani_romani/pool/27506990@N04/

Tornare in alto Andare in basso

Re: La storia del bat Kaede

Messaggio  batinblack il Lun 08 Apr 2013, 16:36

Ragazzi ho anche preparato una miscela di concime da testare su di un paio di piantine cavia.
Ho unito Tico (12-10-3) con il Fulet (3-6-12). A questo punto mi ritrovo un 12-16-12 interamente organico a lenta cessione. Pensate che sia eccessivo da utilizzare su Kaede ed Olivi che devono far diametro ? Provo magari dandone meno ?
avatar
batinblack
Utente medio
Utente  medio

Messaggi : 640
Data d'iscrizione : 20.04.12
Età : 49
Località : Roma

http://www.flickr.com/groups/canoniani_romani/pool/27506990@N04/

Tornare in alto Andare in basso

Re: La storia del bat Kaede

Messaggio  Daniele il Lun 08 Apr 2013, 16:41

A me risulta che ti trovi con NPK 15-16-15 . Personalmente non mischio mai concimi , non te lo saprei consigliare .
avatar
Daniele
Bonsaista esperto
Bonsaista esperto

Messaggi : 1378
Data d'iscrizione : 26.08.10
Età : 55
Località : Dolomiti- Belluno

Tornare in alto Andare in basso

Re: La storia del bat Kaede

Messaggio  batinblack il Lun 08 Apr 2013, 17:00

Daniele ha scritto:A me risulta che ti trovi con NPK 15-16-15 . Personalmente non mischio mai concimi , non te lo saprei consigliare .

Hai ragione ho fatto male i conti ma comunque sono organici e a lenta cessione. Intanto provo sulle cavie poi ne riparliamo.
avatar
batinblack
Utente medio
Utente  medio

Messaggi : 640
Data d'iscrizione : 20.04.12
Età : 49
Località : Roma

http://www.flickr.com/groups/canoniani_romani/pool/27506990@N04/

Tornare in alto Andare in basso

Re: La storia del bat Kaede

Messaggio  orsoferito il Lun 08 Apr 2013, 17:40

batinblack ha scritto:
Daniele ha scritto:A me risulta che ti trovi con NPK 15-16-15 . Personalmente non mischio mai concimi , non te lo saprei consigliare .

Hai ragione ho fatto male i conti ma comunque sono organici e a lenta cessione. Intanto provo sulle cavie poi ne riparliamo.

Mi domando e ti domando: sei sicuro che usando concime con valori così alti la pianta sia in grado di assorbirli tutti....................non potrebbe essere che ad un dato momenti vada in stasi vegetativa per indigestione?
Forse è una stupidagine questa mia domanda, ma parlando seri è proprio neccessario voler un risultato immediato anzichè ottenerlo passo dopo passo godendo dei momenti lenti e progressivi che la natura ti offre?
Cosiì tanto per dire qualche cosa.................

orsoferito
Bonsaista esperto
Bonsaista esperto

Messaggi : 3592
Data d'iscrizione : 30.09.10
Località : Turriaco FVG

http://orsi.andrea41@alice.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: La storia del bat Kaede

Messaggio  batinblack il Lun 08 Apr 2013, 17:49

orsoferito ha scritto:
batinblack ha scritto:
Daniele ha scritto:A me risulta che ti trovi con NPK 15-16-15 . Personalmente non mischio mai concimi , non te lo saprei consigliare .

Hai ragione ho fatto male i conti ma comunque sono organici e a lenta cessione. Intanto provo sulle cavie poi ne riparliamo.

Mi domando e ti domando: sei sicuro che usando concime con valori così alti la pianta sia in grado di assorbirli tutti....................non potrebbe essere che ad un dato momenti vada in stasi vegetativa per indigestione?
Forse è una stupidagine questa mia domanda, ma parlando seri è proprio neccessario voler un risultato immediato anzichè ottenerlo passo dopo passo godendo dei momenti lenti e progressivi che la natura ti offre?
Cosiì tanto per dire qualche cosa.................

Hai fatto una giusta osservazione, ma fa tutto parte del desiderio di sperimentare ! Come avevo anticipato vorrei prima provare su delle cavie ed in base ai risultati ottenuti valuterò.

Tieni presente comunque che parliamo di piante che al momento devono solo spingere. Trattandosi di un organico a lenta cessione, in presenza di un substrato così drenante non penso che si vada incontro a danni. I maestri giapponesi (primo tra tutti Kimura) quando devono spingere per far diamero (tecnica chiamata in inglese superfeeding) utilizzano dei pastoni chiamati Cake (preparati con sangue secco, farina di pesce ed ossa ed addizionati con fertilizzanti chimici) con titoli molto molto più alti di questo (parliamo di 20-30-20 e di 20-60-20) Smile
avatar
batinblack
Utente medio
Utente  medio

Messaggi : 640
Data d'iscrizione : 20.04.12
Età : 49
Località : Roma

http://www.flickr.com/groups/canoniani_romani/pool/27506990@N04/

Tornare in alto Andare in basso

Re: La storia del bat Kaede

Messaggio  orsoferito il Lun 08 Apr 2013, 18:10

batinblack ha scritto:
orsoferito ha scritto:
batinblack ha scritto:
Daniele ha scritto:A me risulta che ti trovi con NPK 15-16-15 . Personalmente non mischio mai concimi , non te lo saprei consigliare .

Hai ragione ho fatto male i conti ma comunque sono organici e a lenta cessione. Intanto provo sulle cavie poi ne riparliamo.

Mi domando e ti domando: sei sicuro che usando concime con valori così alti la pianta sia in grado di assorbirli tutti....................non potrebbe essere che ad un dato momenti vada in stasi vegetativa per indigestione?
Forse è una stupidagine questa mia domanda, ma parlando seri è proprio neccessario voler un risultato immediato anzichè ottenerlo passo dopo passo godendo dei momenti lenti e progressivi che la natura ti offre?
Cosiì tanto per dire qualche cosa.................

Hai fatto una giusta osservazione, ma fa tutto parte del desiderio di sperimentare ! Come avevo anticipato vorrei prima provare su delle cavie ed in base ai risultati ottenuti valuterò.

Tieni presente comunque che parliamo di piante che al momento devono solo spingere. Trattandosi di un organico a lenta cessione, in presenza di un substrato così drenante non penso che si vada incontro a danni. I maestri giapponesi (primo tra tutti Kimura) quando devono spingere per far diamero (tecnica chiamata in inglese superfeeding) utilizzano dei pastoni chiamati Cake (preparati con sangue secco, farina di pesce ed ossa ed addizionati con fertilizzanti chimici) con titoli molto molto più alti di questo (parliamo di 20-30-20 e di 20-60-20) Smile
Solo per completare il discorso: maestri/commercianti giapponesi (forse la definizione così composta è più completa). Però le piante che sono per loro probabilmente, dico probabilmente, hanno dei ritmi più normali.
Poi per finire, giustamente con le proprie piante ognuno gioca come vuole..............

orsoferito
Bonsaista esperto
Bonsaista esperto

Messaggi : 3592
Data d'iscrizione : 30.09.10
Località : Turriaco FVG

http://orsi.andrea41@alice.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: La storia del bat Kaede

Messaggio  kordonbleu il Lun 08 Apr 2013, 19:48

io sempre restio ad usare concimi con azoto alto
avatar
kordonbleu
Moderatore
Moderatore

Messaggi : 11258
Data d'iscrizione : 10.03.12
Età : 97
Località : Teramo

Tornare in alto Andare in basso

Re: La storia del bat Kaede

Messaggio  batinblack il Mar 09 Apr 2013, 08:21

kordonbleu ha scritto:io sempre restio ad usare concimi con azoto alto

Anche in fase di formazione ?

Poi se ci pensate bene non sono stati sciolti e ricomposti, bensì solamente somministrati insieme ed essendo pellettati, in alcuni punti lo scioglimento somministrerà 12-10-3 ed in altri 3-6-12 non è così ?
avatar
batinblack
Utente medio
Utente  medio

Messaggi : 640
Data d'iscrizione : 20.04.12
Età : 49
Località : Roma

http://www.flickr.com/groups/canoniani_romani/pool/27506990@N04/

Tornare in alto Andare in basso

Re: La storia del bat Kaede

Messaggio  orsoferito il Mar 09 Apr 2013, 11:48

batinblack ha scritto:
kordonbleu ha scritto:io sempre restio ad usare concimi con azoto alto

Anche in fase di formazione ?

Poi se ci pensate bene non sono stati sciolti e ricomposti, bensì solamente somministrati insieme ed essendo pellettati, in alcuni punti lo scioglimento somministrerà 12-10-3 ed in altri 3-6-12 non è così ?
Fino ad un certo punto...........perchè essendo solubili si muovono ed anche le radici si muovono

orsoferito
Bonsaista esperto
Bonsaista esperto

Messaggi : 3592
Data d'iscrizione : 30.09.10
Località : Turriaco FVG

http://orsi.andrea41@alice.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: La storia del bat Kaede

Messaggio  batinblack il Mar 09 Apr 2013, 13:39

Tieni sempre presente che è completamente organico ed a lenta cessione !
avatar
batinblack
Utente medio
Utente  medio

Messaggi : 640
Data d'iscrizione : 20.04.12
Età : 49
Località : Roma

http://www.flickr.com/groups/canoniani_romani/pool/27506990@N04/

Tornare in alto Andare in basso

Re: La storia del bat Kaede

Messaggio  batinblack il Ven 19 Lug 2013, 18:36

Ragazzi ho bisogno per cortesia di aiuto!!!!!!! Il mio Kaede dopo una primavera esplosiva progressivamente ed inesorabilmente sta perdendo le foglie con tutto il picciolo. Considerate che è in una miscela di pomice 60 % akadama 30% e la restante parte kanuma. Con l'arrivo del caldo è stato spostato in ombra e viene innaffiato quotidianamente. Eppure le foglie una ad una se ne stanno andando. la cosa che noto è che sono molto dure al contrario di un'altro che alberga in akadama pura che addirittura sta in ombra parziale che invece sta bene.
Considerate che qui a Roma sul mio terrazzo di giorno si raggiungono anche 38 gradi.
La cosa non mi è mai capitata, ho provato diversi accorgimenti ma invano e non so più cosa fare.
Pensate sia il caso di imbustarlo ?
Tenete presente che come ogni anno anche a lui ho fatto la passata preventiva di previcur energy.
Per favore come dicono gli spagnoli SOCORROOOOOO Smile
avatar
batinblack
Utente medio
Utente  medio

Messaggi : 640
Data d'iscrizione : 20.04.12
Età : 49
Località : Roma

http://www.flickr.com/groups/canoniani_romani/pool/27506990@N04/

Tornare in alto Andare in basso

Re: La storia del bat Kaede

Messaggio  kordonbleu il Ven 19 Lug 2013, 18:40

mi sembra strano tutto ciò scratch 
foto1 
avatar
kordonbleu
Moderatore
Moderatore

Messaggi : 11258
Data d'iscrizione : 10.03.12
Età : 97
Località : Teramo

Tornare in alto Andare in basso

Re: La storia del bat Kaede

Messaggio  batinblack il Ven 19 Lug 2013, 18:42

Sembra tanto strano anche a me e credimi non so che pesci prendere!
avatar
batinblack
Utente medio
Utente  medio

Messaggi : 640
Data d'iscrizione : 20.04.12
Età : 49
Località : Roma

http://www.flickr.com/groups/canoniani_romani/pool/27506990@N04/

Tornare in alto Andare in basso

Re: La storia del bat Kaede

Messaggio  kordonbleu il Ven 19 Lug 2013, 18:44

hai provato a togliere la pianta dal vaso e controllare le radici?
avatar
kordonbleu
Moderatore
Moderatore

Messaggi : 11258
Data d'iscrizione : 10.03.12
Età : 97
Località : Teramo

Tornare in alto Andare in basso

Re: La storia del bat Kaede

Messaggio  batinblack il Ven 19 Lug 2013, 18:46

Non non l'ho fatto anche perchè sta in un vaso molto grande ed ho paura di fare peggio con queste temperature. Potrei provare a scalzare un po la pomice per dare un'occhiata.
avatar
batinblack
Utente medio
Utente  medio

Messaggi : 640
Data d'iscrizione : 20.04.12
Età : 49
Località : Roma

http://www.flickr.com/groups/canoniani_romani/pool/27506990@N04/

Tornare in alto Andare in basso

Re: La storia del bat Kaede

Messaggio  jiraiya il Ven 19 Lug 2013, 21:17

ma le foglie son secche secche e dure?
non so se ho capito bene, ma per quel che ho capito ha sete: il substrato è troppo drenante e, probabilmente, gli occorrerebbero più annaffiature.

esperienza mia personale: tutte le piante che ho sono in akadama (eccetto l'azalea, un ishizuchi e i pini) e non ho alcun problema; per esperimento ho lasciato due talee (radicate lo scorso anno, vaso saturo di radici... in pratica nuove piante perfettamente attecchite) in pomice piena: una è morta ad aprile dopo la timida e 'scema' botta di caldo che ha fatto (due giorni), l'altro ha iniziato a soffrire e l'ho messo in piena terra (ora sta bene). per me la pomice non va bene per gli aceri: trattiene poca acqua mentre nessun problema con l'akadama; non ho esperienza di mix (nè pomice-akadama nè pomice-t.u nè akadama t.u.).

jiraiya
Nuovo Utente
Nuovo Utente

Messaggi : 159
Data d'iscrizione : 11.02.13
Località : Saronno

Tornare in alto Andare in basso

Re: La storia del bat Kaede

Messaggio  Simo. il Ven 19 Lug 2013, 21:26

Bat, prova a postare alcune foto... il comportamento della piantina è decisamente bizzarro... le foto, possono dare una mano ad ipotizzare! Forza! Wink 
avatar
Simo.
Moderatore
Moderatore

Messaggi : 7330
Data d'iscrizione : 05.01.10
Età : 43
Località : Segrate (MI)

Tornare in alto Andare in basso

Re: La storia del bat Kaede

Messaggio  giancarlo il Ven 19 Lug 2013, 21:43

Ciao Bat, urgono foto immediate, forse ne capiremo di piu....la pomice va benissimo, i miei aceri sono tutti in un composto di pomice, akadama, t.u. Ed un po' di kanuma...

Basta collocarli in un luogo ventilato ed all'ombra il più possibile, specialmente in luglio ed agosto e non hanno bisogno di molto altro...

Penso però anche io che l'acqua che gli dai sia insufficiente...forse e' troppo drenante....

Io lo imbusterei immediatamente e lo metterei all'ombra, altrimenti rischi seriamente di perderlo...

_______________________________________________________________________________________________________________________________
Bonsai Club Laudense



4 parole fondamentali per l'arte bonsai:
> Passione
> Determinazione
> Costanza
> Tenacia
avatar
giancarlo
.
.

Messaggi : 15929
Data d'iscrizione : 01.01.10
Età : 61
Località : Boffalora d'Adda - Lodi

Tornare in alto Andare in basso

Re: La storia del bat Kaede

Messaggio  batinblack il Sab 20 Lug 2013, 09:23

Grazie a tutti ragazzi! Appena posso faccio due foto e mi sa tanto che la busta sia a questo punto inevitabile! Pensavo anche di aggiungere akadama per rendergli il substrato più umido.
avatar
batinblack
Utente medio
Utente  medio

Messaggi : 640
Data d'iscrizione : 20.04.12
Età : 49
Località : Roma

http://www.flickr.com/groups/canoniani_romani/pool/27506990@N04/

Tornare in alto Andare in basso

Re: La storia del bat Kaede

Messaggio  orsoferito il Sab 20 Lug 2013, 09:44

batinblack ha scritto:Grazie a tutti ragazzi! Appena posso faccio due foto e mi sa tanto che la busta sia a questo punto inevitabile! Pensavo anche di aggiungere akadama per rendergli il substrato più umido.

Tutti gli accorgimenti possibili sono da mettere in atto per salvare una pianta: conosciuti ed anche inventati al momento pur di raggiungere lo scopo.
Però, ebbi modo di dirlo nei tempi passati, un'ipotesi che secondo me potrebbe anche essere.
Una grossa indigestione di concimi e di fitostimolanti?
La pianta "quello" può assorbire ed il resto?
Parte se ne va per dilavamento e l'altro?
In questo momento di stasi tutte le sostanze immagazzinate come le smaltisce?
Mi sembra di ricordare che con i beveroni ci andavi pesante......................
Forse la mia è solo un'ipotesi campata sul nulla (lo spero), però uno o due anni in più e maggior equilibrio con la coltivazione potrebbero garantirti più sicurezza e meno fastidi tipo questo.
Ciao ed in bocca al lupo incrocio dita 

orsoferito
Bonsaista esperto
Bonsaista esperto

Messaggi : 3592
Data d'iscrizione : 30.09.10
Località : Turriaco FVG

http://orsi.andrea41@alice.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: La storia del bat Kaede

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 5 di 10 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum