Traduttore Google
Contatto forum
A causa dei tanti messaggi privati in arrivo, ho messo un limite per scrivere MP all'amministratore, quindi prima di poter scrivere messaggi all'amministratore ed i suoi componenti bisogna aver fatto almeno 10 post Per urgenze particolari, per reclami o solo per suggerimenti gli utenti che non hanno i requisiti, possono scrivere a questo indirizzo: giancarlo.carlini@alice.it
Cerca
 
 

Risultati secondo:
 


Rechercher Ricerca avanzata

La luna oggi
CURRENT MOON
Ospiti Italiani ed esteri che hanno Visitato il Forum
Sondaggio

Come avete scoperto il forum?

13% 13% [ 35 ]
58% 58% [ 155 ]
1% 1% [ 4 ]
13% 13% [ 34 ]
3% 3% [ 7 ]
13% 13% [ 34 ]

Totale dei voti : 269

Ultimi argomenti
» Chaemacyparis nana mame
Oggi alle 13:32 Da vicious

» Un piccoletto di mirto
Oggi alle 08:32 Da von mises

» Juniperus sabina tamaricifolia
Ieri alle 22:19 Da Vanessabonsai

» Primo acero rosso
Ieri alle 16:56 Da Lucagun

» Identificazione pianta
Ieri alle 11:10 Da alby94

» quercia spinosa da seme
Ieri alle 08:38 Da Vanessabonsai

» Primo step di un silvestre dopo 50 anni di coltivazione
Lun 21 Ago 2017, 19:56 Da feanor

» vacanze pugliesi
Sab 19 Ago 2017, 20:08 Da von mises

» Consiglio per mugo
Sab 19 Ago 2017, 07:31 Da ilniele

Agosto 2017
LunMarMerGioVenSabDom
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031   

Calendario Calendario

Segui Giancarlo su Facebook

Storia di un Ginepro procumbes

Pagina 3 di 3 Precedente  1, 2, 3

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Storia di un Ginepro procumbes

Messaggio  giancarlo il Sab 09 Mag 2015, 19:38

Randa ha scritto:E' un albero molto bello, complimenti!

Se posso permettermi, più guardo l'ultima foto e più mi salta sempre all'occhio il primo ramo in basso a destra, il ramo cilindrico.
Nel tempo correggerei solo qui....


Mi incuriosisce il fatto che tu suggerisci di correggere il ramo in basso a dx Randa.....Io sinceramente non lo trovo cosi' brutto...ma e' una mia opinione personale.....ma tu come correggeresti questo "difetto"...perche' io penso che non si possa fare nulla per eliminarlo...la pianta e' vecchia e matura e tagliare il ramo lasciando un rametto per dare conicita' per poi farlo ramificare nuovamente significherebbe attendere molti anni ....senza avere la certezza di riuscire nell'intento......

_______________________________________________________________________________________________________________________________
Bonsai Club Laudense



4 parole fondamentali per l'arte bonsai:
> Passione
> Determinazione
> Costanza
> Tenacia
avatar
giancarlo
.
.

Messaggi : 15929
Data d'iscrizione : 01.01.10
Età : 61
Località : Boffalora d'Adda - Lodi

Tornare in alto Andare in basso

Re: Storia di un Ginepro procumbes

Messaggio  kappasan il Sab 09 Mag 2015, 20:06

giancarlo ha scritto:Esprimere la propria opinione e' un diritto di tutti, ognuno qui puo' dire la sua senza naturalmente oltrepassare i limiti che farebbero sfociare in una lite....questa e' una cosa che non permetterei a nessuno nel mio Forum....Sinceramente non ho capito questa cosa rimarcata da Kappasan e Randa...che in pratica dicono che si vede che la pianta e' stata toccata da un'occidentale...cosa si intende?

L'albero di Maurizio lo conosco molto bene...cosi' come Maurizio che e' un ottimo bonsaista....personalmente non trovo un gran difetto in basso a dx della pianta...trovo invece che la pianta e' migliorata anno dopo anno e che e' sempre piu' bella...la trovo imponente ed armoniosa....e su quel lato della pianta non vedo grandi correzioni da fare.....a volte bisogna accettare anche i piccoli difetti e nell'insieme direi che Maurizio merita solo grandi complimenti....(mio modesto parere...)

Ciao giancarlo,
Io intendevo dire semplicemente che si vede che la pianta è stata lavorata da un professionista occidentale.
Come vedi ho fatto i complimenti ed ho aggiunto di fianco a quella frase anche l'emoticon "tanto di cappello".  
Io credo che anche "noi" siamo in grado di lavorare le piante benissimo, tanto che in questo caso Maurizio essendo un professionista riesce a valorizzare il "nostro" stile all'occidentale.
Non è una critica anzi! Quando un professionista arriva a questi livelli di bravura si riesce ad intravedere non solo lo stile del bonsaista ormai raffinato ma anche se si tratta di un occidentale.Vedere anche questa qualità su questo bonsai mi ha lasciato davvero senza parole.
Io sinceramente non vedo difetti e non riesco nemmeo a fare una critica su di un esemplare di questo livello, primo perchè non ho gli strumenti conoscitivi per farlo e secondo perchè è un esemplare straodinario.

Mi sono permesso di scrivere quella cosa perchè conoscendo la cultura giapponese(in generale) ed avendo visto dal vivo in Giappone molte di queste opere, seppure io sia una mezza calzetta di neofita, grazie alla bravura dei professionisti stessi , percepisco la differenza da una pianta lavorata da un occidentale o da un giapponese.(potrei spiegare quali parti della mentalità dei giapponesi vedo nei bonsai giapponesi ma occuperebbe troppo spazio e non mi sembra il luogo adatto farlo )

Spero di essermi spiegato  :S

Ancora complimenti Maurizio ! E' davvero un onore avere piante di questo calibro in Italia.
avatar
kappasan
Utente normale
Utente normale

Messaggi : 352
Data d'iscrizione : 31.10.13
Località : veneto

Tornare in alto Andare in basso

Re: Storia di un Ginepro procumbes

Messaggio  Randa il Sab 09 Mag 2015, 20:18

Ma non ho detto che è brutto quel ramo, nell'insieme di tanta cura è l'unico difetto che salta all'occhio, ne più ne meno.
Io dalle foto non capisco quanto è spesso il ramo, secondo me basta distribuire meglio la vegetazione con del filo sottile per camuffare leggermente, potrebbe essre sufficiente filarlo spesso e dargli movimento, se invece è troppo spesso fessurarlo in e lavorare con il filo...insomma ci sono parecchi modi, oppure va bene così e basta, sono solo opinioni infondo.
Poi non vedo davvero che remore si debba fare chiunque per esprimere il proprio gusto e opinione sulle piante degli altri e proprie, basta non essere maleducati.
Io sarò sempre spontaneo e sincero nei miei post sia che si parli di un rametto con 4 foglie sia che si parli di capolavoro vivente.

E ci tengo anche a dire che io una pianta di questo livello me la scordo proprio e nemmeno sono Kimura....a scanso di equivoci.
Però insomma dopo più di 20 anni nel Bonsai, qualcosina l'ho imparata.


La questione occidente/giappone è nata dal fatto che sto leggendo in altri lidi ciritiche sul nostro fare bonsai rispetto ai giapponesi, ora, sicuramente non avremo mai la loro mentalità (ovvio)però piante così mi confermano che il Bonsai di alto livello lo abbiamo eccome!


Ultima modifica di Randa il Sab 09 Mag 2015, 20:23, modificato 1 volta
avatar
Randa
Nuovo Utente
Nuovo Utente

Messaggi : 12
Data d'iscrizione : 14.04.14
Età : 43
Località : MonzaBrianza

Tornare in alto Andare in basso

Re: Storia di un Ginepro procumbes

Messaggio  giancarlo il Sab 09 Mag 2015, 20:21

kappasan ha scritto:
giancarlo ha scritto:Esprimere la propria opinione e' un diritto di tutti, ognuno qui puo' dire la sua senza naturalmente oltrepassare i limiti che farebbero sfociare in una lite....questa e' una cosa che non permetterei a nessuno nel mio Forum....Sinceramente non ho capito questa cosa rimarcata da Kappasan e Randa...che in pratica dicono che si vede che la pianta e' stata toccata da un'occidentale...cosa si intende?

L'albero di Maurizio lo conosco molto bene...cosi' come Maurizio che e' un ottimo bonsaista....personalmente non trovo un gran difetto in basso a dx della pianta...trovo invece che la pianta e' migliorata anno dopo anno e che e' sempre piu' bella...la trovo imponente ed armoniosa....e su quel lato della pianta non vedo grandi correzioni da fare.....a volte bisogna accettare anche i piccoli difetti e nell'insieme direi che Maurizio merita solo grandi complimenti....(mio modesto parere...)

Ciao giancarlo,
Io intendevo dire semplicemente che si vede che la pianta è stata lavorata da un professionista occidentale.
Come vedi ho fatto i complimenti ed ho aggiunto di fianco a quella frase anche l'emoticon "tanto di cappello".  
Io credo che anche "noi" siamo in grado di lavorare le piante benissimo, tanto che in questo caso Maurizio essendo un professionista riesce a valorizzare il "nostro" stile all'occidentale.
Non è una critica anzi! Quando un professionista arriva a questi livelli di bravura si riesce ad intravedere non solo lo stile del  bonsaista ormai raffinato ma anche se si tratta di un occidentale.Vedere anche questa qualità su questo bonsai mi ha lasciato davvero senza parole.
Io sinceramente non vedo difetti e non riesco nemmeo a fare una critica su di un esemplare di questo livello, primo perchè non ho gli strumenti conoscitivi per farlo e secondo perchè è un esemplare straodinario.

Mi sono permesso di scrivere quella cosa perchè conoscendo la cultura giapponese(in generale) ed avendo visto dal vivo in Giappone molte di queste opere, seppure io sia una mezza calzetta di neofita, grazie alla bravura dei professionisti stessi , percepisco la differenza da una pianta lavorata da un occidentale o da un giapponese.(potrei spiegare quali parti della mentalità dei giapponesi vedo nei bonsai giapponesi ma occuperebbe troppo spazio e non mi sembra il luogo adatto farlo )

Spero di essermi spiegato  :S

Ancora complimenti Maurizio ! E' davvero un onore avere piante di questo calibro in Italia.

Tranquillo Kappasan, la mia era semplice curiosita'....non avevo capito il significato delle tue parole...ora si...grazie!!!

_______________________________________________________________________________________________________________________________
Bonsai Club Laudense



4 parole fondamentali per l'arte bonsai:
> Passione
> Determinazione
> Costanza
> Tenacia
avatar
giancarlo
.
.

Messaggi : 15929
Data d'iscrizione : 01.01.10
Età : 61
Località : Boffalora d'Adda - Lodi

Tornare in alto Andare in basso

Re: Storia di un Ginepro procumbes

Messaggio  giancarlo il Sab 09 Mag 2015, 20:24

Randa ha scritto:Ma non ho detto che è brutto quel ramo, nell'insieme di tanta cura è l'unico difetto che salta all'occhio, ne più ne meno.
Io dalle foto non capisco quanto è spesso il ramo, secondo me basta distribuire meglio la vegetazione con del filo sottile per camuffare leggermente, potrebbe essre sufficiente filarlo spesso e dargli movimento, se invece è troppo spesso fessurarlo in e lavorare con il filo...insomma ci sono parecchi modi, oppure va bene così e basta, sono solo opinioni infondo.
Poi non vedo davvero che remore si debba fare chiunque per esprimere il proprio gusto e opinione sulle piante degli altri e proprie, basta non essere maleducati.
Io sarò sempre spontaneo e sincero nei miei post sia che si parli di un rametto con 4 foglie sia che si parli di capolavoro vivente.

E ci tengo anche a dire che io una pianta di questo livello me la scordo proprio e nemmeno sono Kimura....a scanso di equivoci.
Però insomma dopo più di 20 anni nel Bonsai, qualcosina l'ho imparata.

Grazie Randa.....non volevo criticare nessuno...solo capire...qui nessuno e' Kimura..ci mancherebbe....discutere tra noi fa crescere tutti....e tu hai spiegato il tuo punto di vista su che modifiche faresti al ramo a dx.....ora ho capito....

_______________________________________________________________________________________________________________________________
Bonsai Club Laudense



4 parole fondamentali per l'arte bonsai:
> Passione
> Determinazione
> Costanza
> Tenacia
avatar
giancarlo
.
.

Messaggi : 15929
Data d'iscrizione : 01.01.10
Età : 61
Località : Boffalora d'Adda - Lodi

Tornare in alto Andare in basso

Re: Storia di un Ginepro procumbes

Messaggio  Maurizio il Lun 11 Mag 2015, 06:27

per onor di cronaca la pianta non è piu' mia ma si e' spostata di qualche decina di km ed ora gli onori sulla coltivazione va al nuovo proprietario anche se ogni tanto torna all'ovile per una manutenzione a 4mani.
In questo caso e' stata fatta la pulizia della nuova vegetazione con la "smoccolatura" centrale dei nuovi germogli e la potatura di quelli che crescevano in errata posizione.
Sul ramo è stato fatto un pensiero perverso con foto sul fatto che potra erssere tagliato ma questo lo di deciderà in futuro.

Maurizio
Bonsaista esperto
Bonsaista esperto

Messaggi : 294
Data d'iscrizione : 20.10.11
Età : 43
Località : Grancona Vicenza

Tornare in alto Andare in basso

Re: Storia di un Ginepro procumbes

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 3 di 3 Precedente  1, 2, 3

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum